Città metropolitana di Roma Capitale
MENU

Città di Guidonia Montecelio

Rifiuti Covid

Aggiornato al: 29/12/2020.

RACCOLTA RIFIUTI SOLIDI URBANI PER I SOGGETTI POSITIVI AL CORONAVIRUS – ATTIVAZIONE e DISATTIVAZIONE del servizio.

Da aprile 2020 è attivo nel Comune di Guidonia Montecelio, come prescritto dai decreti del Presidente del Consiglio e le ordinanze regionali, il servizio di raccolta Rifiuti Solidi Urbani (RSU) per i soggetti e le utenze in stato di isolamento o positività al virus Covid-19.

L’attivazione del servizio avviene su INDICAZIONE dell’Asl Rm 5, attraverso la trasmissione dei nominativi interessati al Comune di Guidonia Montecelio, ovvero:

dopo l’accertamento della positività al virus Covid-19, la persona DEVE comunicare il proprio stato clinico al MEDICO DI BASE assegnato, che procederà alla comunicazione all’ASL RM 5, la quale aggiornerà lo stato dei positivi ed in isolamento trasmettendola al COMUNE, che infine andrà ad attivare il servizio di raccolta RSU-Covid attraverso gli operatori della società appaltata PRAGMA Soc. Cons. a R.L. (a seguire vedi, in fondo alla pagina, le MODALITÀ PRAGMA SULLA RACCOLTA RSU-COVID).

Nella CERTEZZA (responso da analisi: tamponi, ecc.) della propria POSITIVITÀ al virus e in attesa dell’attivazione del servizio, si consiglia nella disponibilità, per i SOLI rifiuti generati dal SOLO SOGGETTO POSITIVO, l’accumulo dentro doppia busta trasparente (una dentro l’altra), da rimettere alla consegna dei contenitori idonei nell’attivazione del servizio RSU-Covid nel momento della consegna.

Diversamente, appena si avrà la CERTEZZA di NON essere più positivi al virus (da comunicazione dell’ASL -o tamponi negativi-) la persona dovrà avvertire l’OPERATORE PRAGMA (o direttamente la Società, vedi numeri sotto) della conclusione dello stato clinico pandemico. Conseguentemente la Società, interromperà, se mai attivata, la fornitura dei contenitori preposti e il ritiro dei rifiuti. Da questo momento la persona potrà riprendere la raccolta differenziata dei rifiuti e il conferimento con la RTI TeKneko-Morgante semplicemente esponendo di nuovo i contenitori ordinari nelle modalità pre-RSU-Covid.

ATTENZIONE!

SEGNALATA LA POSITIVITÀ AL CORONA VIRUS AL PROPRIO MEDICO DI BASE, BISOGNA ASPETTARE L’ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO: INUTILI SONO I SOLLECITI AL COMUNE O ALLA PRAGMA!

N.B.

Visti i RITARDI e DISGUIDI nella comunicazione ASL-COMUNE, che potrebbero portare all’attivazione del Servizio RSU-Covid quando oramai si è avuto la certezza di NON essere più positivi, si consiglia (appena avuto il responso negativo del proprio stato pandemico), di COMUNQUE aggiornare la PRAGMA (attraverso e-mail o i numeri di telefono di seguito riportati) per così evitare il fastidio del contatto per l’attivazione di un servizio oramai inutile.

Altresì, se nell’attesa dell’attivazione del servizio rifiuti Covid, mai avvenuto, si avesse autonomamente proceduto all’accumulo in doppia busta trasparente dei rifiuti presunti Covid, una volta NON più POSITIVI (senza sintomi, anche dopo 25gg), si potrà procedere allo smaltimento attraverso il conferimento nel contenitore del non riciclabile (bidone grigio) un poco alla volta nelle settimane a seguire con la ripresa del servizio rifiuti pre-RSU-Covid.

ASL Rm5:

Numero verde: 1500

Numero verde Regione Lazio: 800 11 88 00

Servizio Igiene e Sanità Pubblica (SISP) ASL Roma 5: 0774 775050 (attivo nei giorni feriali dalle 9:00 alle 17:30 e il sabato dalle 9:00 alle 13:00);

E-mail: unitadicrisi.ncov@aslroma5.it.

PRAGMA Soc. Cons. a R.L.

Numero verde: 800 58 73 60.

Numero di telefono: 0774 448652 e 0774 448452.

E-mail: info@pragmaconsortile.com.

http://www.guidonia.org/home/essere/ambiente/raccolta-rifiuti-virus-covid/

MODALITÀ PRAGMA SULLA RACCOLTA RSU-COVID

L’ASL Rm 5 trasmette in maniera discontinua (non tutti i giorni) i dati al Comune.

Il Comune accorpa i dati di più giorni, eventualmente “ripulendoli” da errori evidenti (non più positivi, fuori comune, doppioni, toponomastica errata delle vie, ecc.) e li integra, quando è possibile, con ulteriori informazioni per agevolare il lavoro della PRAGMA nell’individuazione dell’utenza positiva (ovvero, l’indicazione della località, e quando è disponibile il telefono: la verifica o l’integrazione del numero civico, o la verifica dei nominativi segnalati dalla PRAGMA come “NON TROVATI”, ecc.), infine sottrae quei nominativi, che a verifica sul posto della PRAGMA più un preposto del Comune, non dovessero rientrare più tra positivi.

A seguire il Comune trasmette 2 volte a settimana (di solito, la domenica e il mercoledì) i dati così “trattati” alla PRAGMA che si prende un giorno (il lunedì per quelli della domenica e il giovedì per quelli del mercoledì) per lavorarli, ovvero, organizzare gli ordini di servizio dei suoi operatori che il giorno seguente eseguiranno il servizio.

Quindi, i giorni di MARTEDÌ-MERCOLEDÌ e VENERDÌ-SABATO di ogni settimana, la PRAGMA parte la MATTINA dalla 7.30 nel ritiro e consegna dei contenitori RSU-Covid con un porta a porta (all’uscio!) fino alla SERA intorno alle 20.00 e se non dovesse bastare per il numero elevato delle utenze da servire, si prosegue il giorno dopo (il mercoledì e il sabato).

All’avvio del servizio all’utenza coinvolta, gli operatori della PRAGMA, provvedono a spiegare le modalità di conferimento, esposizione e ritiro dei rifiuti RSU-Covid, LASCIANDO UN VOLANTINO con riassunte le modalità e i recapiti utili per un eventuale e diretto contatto.

Si ha diritto ad un contenitore RSU-Covid per ogni “utenza”. Si intende nello specifico “utenza” fino a tre persone Covid-positive per ogni nucleo familiare, ad esempio una famiglia con 4 positivi (o in isolamento) avrà diritto fino a 2 contenitori, diversamente, una famiglia con 2 positivi (o in isolamento) avrà diritto ad 1 contenitore. L’efficienza nella consegna e il ritiro dei contenitori, passa dalla collaborazione e richieste delle utenze, nonché la celere comunicazione, da parte dell’utenza Covid, della conclusione del servizio e il ritorno alla RSU-differenziata.

Si evidenzia che per alcuni nominativi, nelle lacune dei dati ricevuti dall’ASL, è difficile attivare il servizio malgrado gli sforzi del Comune e della PRAGMA …che riporterà segnalazioni di “NON TROVATI“! A seguito di ciò, si attiveranno ricerche e richieste (all’ASL) con ulteriori e prevedibili lungaggini.