MENU

Città di Guidonia Montecelio

Censimento Permanente della Popolazione e delle Abitazioni 2019

Città di Guidonia Montecelio
Città Metropolitana di Roma Capitale
U.O. Affari Generali e Servizi Demografici 
Ufficio Statistica – Ufficio Comunale di Censimento  

“Censimento Permanente della Popolazione e delle Abitazioni anno 2019”. 

https://www.istat.it/it/censimenti-permanenti/popolazione-e-abitazioni

Gentile concittadino,
l’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT) sta conducendo in questi giorni il Censimento Permanente della Popolazione e delle Abitazioni anno 2019, che si concluderà il 20 dicembre 2019 e che, già a decorrere dallo scorso anno, avrà cadenza annuale anziché decennale.
Non riguarderà più l’intera popolazione, ma sarà realizzato mediante l’utilizzo di rilevazioni statistiche campionarie, presso alcune famiglie e solo per alcune zone del territorio comunale, campionate di anno in anno dall’ISTAT, come previsto e dalla normativa vigente.
I dati raccolti contribuiranno a far conoscere le principali caratteristiche socio-demografiche della popolazione, la consistenza numerica delle abitazioni e le caratteristiche di quelle occupate.
In base alla metodologia di campionamento adottata, alcune famiglie hanno ricevuto la lettera dall’ISTAT per procedere in autonomia alla compilazione del questionario, altre, che invece rientrano nel cosiddetto campionamento AREALE, dovranno necessariamente attendere la visita di un rilevatore incaricato dal Comune, presso la propria abitazione.
I nominativi dei rilevatori incaricati della raccolta dati sono quelli di seguito indicati e ciascuno di essi sarà munito di cartellino di riconoscimento con il logo dell’ISTAT e il timbro del Comune.
La collaborazione dei cittadini campionati e quella dei propri familiari sarà, pertanto, fondamentale per la buona riuscita di questa rilevazione, che riveste un fondamentale interesse pubblico.
Si precisa che si tratta di una rilevazione obbligatoria per legge, che l’ISTAT conduce per il tramite dei Comuni, e che i cittadini oggetto di indagine, indipendentemente dalla metodologia di campionamento adottata e quindi dal tipo di campione in cui rientrano, hanno obbligo di risposta.
Si sottolinea, inoltre, che le informazioni raccolte sono tutelate dal segreto statistico e sottoposte alla normativa sulla protezione dei dati personali, inoltre saranno diffuse in forma aggregata in modo tale che non sia possibile risalire alle persone che le forniscono, assicurando così la massima riservatezza.
Per qualunque chiarimento potrà comunque rivolgersi all’Ufficio Comunale di Censimento ai seguenti numeri telefonici: 0774301359  al telefax 0744340629.

/static.guidonia.org/uploads/freccia.png​

             ELENCO DEI RILEVATORI STATISTICI COMUNALI

Nr.

Progr.

 

RILEVATORE

 

Tesserino

1

Bullara Giulia

 

2

Bullara Silvia 

 

3

Cascella Paola 

4

Cencioni Federico 

5

Ciaiola Francesca 

6

Di Paolantonio Matteo

7

Mariani Fabio

8

Mattei Simona 

9

Nardo  Davide 

10

Ruggeri Martina 

11

Spessi Gabriele 

12

Mezzapiastra Alessia
     
 

 

 

 

A differenza dei censimenti del passato,  il Censimento permanente non coinvolge tutto il territorio, tutti i cittadini, tutte le abitazioni, ma di volta in volta solo una parte di essi, ovvero dei campioni rappresentativi: circa un milione e 400 mila famiglie, residenti in 2.850 comuni italiani. Solo una parte dei comuni  (circa 1.100) è interessata ogni anno dalle operazioni censuarie, tra cui il comune di Guidonia Montecelio, mentre la restante è chiamata a partecipare una volta ogni 4 anni. In questo modo, entro il 2021, tutti i comuni partecipano, almeno una volta, alle rilevazioni censuarie.

Grazie all’uso integrato di rilevazioni statistiche campionarie e dati provenienti da fonti amministrative, il Censimento permanente della popolazione è in grado di restituire annualmente informazioni che rappresentano l’intera popolazione, ma anche di contenere i costi e il disturbo statistico sulle famiglie. Le indagini sono disegnate in modo tale da supportare i registri nella produzione dei risultati censuari.

Vengono effettuare 2 indagini differenti: la rilevazione Areale (A) e la rilevazione da Lista (L) con l’obiettivo di:

  • Arricchire il patrimonio informativo del Registro Statistico dell’Istat (SIR) relativamente ad alcuni specifici contenuti informativi non presenti nel registro stesso oppure non adeguatamente rappresentati;
  • Misurare la qualità dei registri: in particolare, valutare la copertura del Registro degli Individui e Famiglie (RBI) per la stima della popolazione

 L’obiettivo principale dell’indagine Areale è quello di rilevare informazioni utili al calcolo della popolazione di ciascun comune italiano (stima della qualità del Registro Base degli Individui).

Nell’ambito della nuova strategia censuaria, scopo della rilevazione Areale  è la verifica del conteggio della popolazione. In particolare, i dati raccolti saranno utilizzati per calcolare misure di qualità del RBI, riferite ai diversi profili di individui (sotto-popolazioni). L’indagine è campionaria, nel senso che non si rileva l’intero territorio italiano, ma specifiche porzioni dello stesso, opportunamente campionate: in alcuni casi corrispondono a sezioni di censimento (porzioni di territorio comunale), in altri casi a specifici indirizzi. Ulteriori obiettivi: rilevazione delle abitazioni non occupate; integrazione tematica del SIR; raccolta di informazioni sui luoghi/territorio; acquisizione di informazioni di contatto delle famiglie per successive indagini sociali.

La rilevazione Areale viene condotta con la tecnica CAPI (computer assisted personal interviewing) presso un campione di indirizzi (assegnazione di una sezione intera o di una lista di indirizzi), avente come popolazione obiettivo le famiglie/individui ivi dimoranti e gli alloggi.

Il rilevatore, munito di dispositivo elettronico portatile (tablet), si reca presso gli indirizzi campione a lui assegnati e per ogni interno abitativo individuato che risulti occupato da famiglia stabilmente dimorante, effettua l’intervista utilizzando l’applicativo per la compilazione del questionario della rilevazione Areale.  

Le famiglie, in alternativa all’intervista con il rilevatore, possono recarsi presso il Centro Comunale di Rilevazione o altro locale del Comune e rilasciare l’intervista via web (CAWI) oppure, su richiesta, con il supporto di un operatore dopo aver rilasciato al rilevatore alcune informazioni anagrafiche (nome, cognome, sesso, data e luogo di nascita degli individui che hanno la dimora abituale presso gli indirizzi campione).

Le fasi della rilevazione sebbene strettamente connesse si caratterizzano come 3 fasi distinte:

  1. Nella fase 1 (Ricognizione del territorio), la rilevazione si riferisce al territorio e il rilevatore raccoglie informazioni sulle sezioni e gli indirizzi assegnatigli;
  2. Nella fase 2 (Porta a porta e presso il CCR) viene condotta una rilevazione sulle famiglie e sulle abitazioni, con intervista alle famiglie;
  3. Nella fase 3 (Verifica), per un sottoinsieme di individui vanno effettuate verifiche presso gli uffici comunali e sul territorio al fine di sanare alcune incongruenze emerse in fase di validazione automatica dei dati. 

 

La rilevazione da Lista ha come obiettivo principale l’acquisizione delle informazioni relative alle famiglie, agli individui e alle abitazioni, utili alla produzione dei risultati censuari. Tali informazioni integreranno quanto presente nei Registri statistici del SIR e colmeranno eventuali «lacune» informative degli archivi disponibili. Per realizzare l’integrazione tematica del SIR, a un campione di famiglie estratte da RBI, viene sottoposto un questionario che contiene le variabili di interesse. La rilevazione da Lista utilizza diverse tecniche di raccolta dati e una pluralità di canali di restituzione del questionario alfine di contenere l’intervento dei rilevatori.

Si compone di due fasi:

  1. Nella fase 1 (compilazione via web) la famiglia riceve l’informativa con le credenziali di accesso al questionario WEB e può procedere alla compilazione del questionario in autonomia o, a richiesta, con il supporto del Comune (CCR);
  2.  
  3. Nella fase 2 (recupero mancate risposte), a partire da una certa data, le famiglie non rispondenti o parzialmente rispondenti potranno essere contattate dagli operatori comunali per effettuare l’intervista telefonicamente oppure da un rilevatore per procedere all’intervista faccia a faccia presso il proprio domicilio. Il rilevatore, per i rispondenti più diffidenti, può suggerire di recarsi presso i Centri Comunali di Rilevazione istituiti dal Comune.

In ciascun Comune coinvolto nella rilevazione da Lista è stato selezionato un campione casuale di famiglie la cui dimensione è stata determinata in modo da garantire l’efficienza delle stime a livello del territorio comunale.

Si ringrazia fin d’ora per la preziosa collaborazione.