MENU

Città di Guidonia Montecelio

Teatro Imperiale “Assassinio sul Nilo” di Agatha Christie 3 maggio ore 21,00

  1. “Assassinio sul Nilo”  Un giallo liberamente tratto da “Poirot sul Nilo” di Agatha Christie  Regia di Mario Fazio

In scena il 3 maggio alle ore 21 presso il Teatro Imperiale di Guidonia Montecelio. Piazza Giacomo Matteotti.

Se vuoi prenotare puoi chiamare al 347.74.62.465 dal lunedì al venerdì dalle 10,00 alle 14,00 e il Giovedì anche dalle 16,00 alle 18,00. Sabato dalle 11,00 alle 13,00 oppure scrivere a teatroimperiale@gmail.com

Con: (in ordine di apparizione) Giulia Piacentini, Alessandra Nastasi, Daniele De Santis, Paola Marchetti, Giuseppe Sorvillo,Giuseppe Cucurachi, Violetta Pisani, Daniela Ventura, Mario Fazio

Assistente alla regia: Luisa Tollo
Consulente per la coreografia: Maria Picardi
Consulente per la lingua: Alessandro Boccia
Scenografia: Paola Marchetti
Voci fuori scena: Angelo Imparato, Antonio Fazio, Davide Longo

Sinossi:  Il celebre investigatore Hercule Poirot è in vacanza. Attività a lui non del tutto consona visto che proprio non riesce a non ascoltare e perscrutare i suoi compagni di viaggio, una variopinta ed eterogenea compagnia imbarcata per una crociera sul battello Karnak alla volta del glorioso fiume Nilo. All’ombra di piramidi e antichi templi egizi, il nutrito gruppo di avventurieri cela più tensioni di quante possano vedersi ad un primo sguardo. E dietro queste tensioni scorre qualcosa di più oscuro e profondo, un progetto omicida che nasce lontano nel tempo e macchierà le acque del Nilo di terribili fiotti di sangue.

Note di regia:  Credo senza dubbio di poter affermare che Agatha Christie è stata la mia vate come lettore in primo luogo e come autore successivamente. L’aver letto quasi ogni romanzo della “Regina del giallo” mi ha insegnato a conoscere i suoi trucchi come autrice e come tessitrice dei suoi Mystery Drama, autentici orologi di precisione. Assassinio sul Nilo nasce proprio da questa passione. Dopo aver portato già in scena “Dieci piccoli indiani” e “Trappola per topi”, volevo confrontarmi con un altro grande classico dell’autrice inglese. Il testo, nella mia personale edizione, nasce come elaborazione del romanzo (Poirot sul Nilo), del testo teatrale (Assassinio sul Nilo) e del film del ’74 per la regia di John Guillermin (Death on the Nile). Tra i curiosi aneddoti legati all’edizione teatrale della stessa Christie, c’è quello che vede l’incomprensibile decurtazione del personaggio di Poirot dal testo rispetto al romanzo. Come dire che Conan Doyle togliesse Sherlock Holmes e lo sostituisse con un altro personaggio. Non si conoscono le vere ragioni ma pare che la Christie avesse avuto un diverbio con l’attore che avrebbe dovuto interpretare Poirot al punto che, perché questo non avvenisse, lei tagliò via il personaggio. Il mio lavoro quindi è stato quello di prendere il testo originale teatrale della Christie e rintrodurre una colonna portante di tal fama come Poirot escludendo il suo surrogato: un prete…

Le atmosfere arabesche, il caldo soffocante, la location claustrofobica del battello, la trama ingegnosa fanno di “Assassinio sul Nilo” uno spettacolo di rara bellezza che io, con la mia compagnia, credo di portare in scena con grande rispetto e ammirazione al tempo stesso.
Mario Fazio